Achille Castiglioni

Achille Castiglioni

Compasso d’Oro 1989 . Menzione speciale alla professione
“per aver innalzato, attraverso la sua insostituibile esperienza, il design ai valori più alti della cultura”

Architetto, designer e professore universitario, Achille Castiglioni nasce a Milano il 16 febbraio 1918. Da sempre impegnato in un’attività di sperimentazione e di ricerca sul prodotto industriale, le forme, le tecniche e i materiali, è internazionalmente conosciuto per il suo fondamentale apporto al design.

Progetti e riconoscimenti

Tra i lavori più importanti come architetto si menziona la ricostruzione postbellica del palazzo della Permanente, la progettazione della Chiesa di San Gabriele Arcangelo in Mater Dei e la Birreria Splugen Brau, tutti realizzati perlopiù a Milano.

Altrettanto noto per il suo lavoro nell’area test e ricerche per gli allestimenti e le presentazioni fieristiche, tra cui la Triennale di Milano, a cui viene insignito di numerose medaglie e premi.

Nel 1956 partecipa alla fondazione dell’ADI, Associazione per il Disegno Industriale, tuttoggi riconosciuta come protagonista dello sviluppo, la promozione, la valorizzazione e la difesa del design italiano ed internazionale.

La sua opera nel design, spesso in collaborazione con i fratelli Livio e Piergiacomo, lo porta alla realizzazione di lampade, mobili, oggetti per la casa: tra i più noti si ricordano le lampade Parentesi, Arco, Taccia, le sedie Mezzadro, Sella, il sedile Allunaggio.
La sua produzione seriale di Castiglioni coinvolge aziende come Cassina, Kartell, Zanotta, Brionvega, Flos, Olivetti, Siemens, Knoll, Lancia, Alessi, e i suoi progetti ricevono riconoscimenti importanti a livello internazionale, tra cui otto premi Compasso d’Oro e uno come menzione alla professione.

Molte importanti gallerie nel mondo espongono le sue opere; la più importante è il MOMA di New York, con quattordici sue opere presenti nel museo.

Achille Castiglioni muore nel 2002 a Milano, in seguito ad una caduta accidentale.

Pin It